Porte interne: scelta all’acquisto Terza parte

Nell’articolo precedente abbiamo tratto i seguenti argomenti:

Scegliere le porte interne

Funzioni delle porte interne in una casa

Elementi delle porte interne

Tipi di porte interne.

Caratteristiche flessibili delle porte interne

Misure da prendere per la scelta delle porte

Porte fuori misura e dimensioni standard

Materiali delle porte interne

Materiali per le finiture delle porte interne

Ora andiamo a concludere l’articolo trattando gli argomenti che seguono:

 

Incisioni decorative

Oltre alle finiture, è anche possibile scegliere per le porte interne tra una serie di decorazioni aggiuntive, per renderle esteticamente uniche e personali.

Un metodo per ottenere queste decorazioni è quello della pantografatura a incisione. Il pantografo, lo strumento che le realizza, è costituito da quattro aste articolate a cerniera, che formano un parallelogramma deformabile.

Con questo si modellano a bassorilievo i profili delle diverse linee decorative scelte, disegni che saranno poi esaltati in modo particolare dalla luce nei diversi ambienti della casa.

 

Scheda prodotto delle porte interne

La legge prevede che ogni porta da interno sia accompagnata da una specifica scheda prodotto.

Su questa devono essere riportate:

informazioni relative ai materiali utilizzati;

istruzioni per la manutenzione della porta;

istruzioni per l’installazione;

eventuale presenza di sostanze nocive per la salute;

Tale documento va richiesto in visione prima dell’acquisto.

Inoltre occorre informarsi sulla garanzia, che deve essere di almeno 2 anni e sugli standard qualitativi dei prodotti di quella particolare azienda produttrice: questi ultimi riguardano movimenti, deformazioni, resistenza agli urti e all’usura delle porte stesse.

Bisogna poi tener presente che, qualora ci si rechi direttamente dall’azienda produttrice delle porte che vogliamo scegliere e non dal rivenditore, l’azienda stessa solitamente non si occupa del montaggio della porta, che è appannaggio invece del rivenditore.

 

Porte interne scorrevoli

Come detto, le porte interne scorrevoli sono principalmente di due tipi:

esterno muro, dette anche “raso muro”;

a scomparsa, perché una volta aperte scompaiono dentro il muro.

Le porte scorrevoli cosiddette esterno muro sono formate da una o più ante che scorrono parallele a una parete (o due pareti se sono due le ante), sfiorandola, e sono quelle che non richiedono grandi interventi murali.

Le ante di queste porte sono agganciate a un binario che rimane a sua volta inserito in una guida, che può essere fissata a soffitto o a parete, e può essere a incasso totale o a sospensione.

Il binario entro cui scorrono le ante è in alluminio anodizzato e si presenta con due carrelli dotati di piccole ruote in plastica, con cuscinetti a sfera.

Il carrello deve essere progettato in modo da poter sostenere un peso notevole, dato il carico di un’anta (dagli 80 ai 140 kg).

Se l’apertura è molto ampia, si usano di solito più carrelli, per sostenere adeguatamente il peso.

Le porte scorrevoli raso muro possono quindi essere installate senza modificare il muro, l’importante è lasciare libera una porzione di parete grande quanto l’anta, nei lati in cui si aprirà la porta, per consentirne appunto lo scorrimento

Anche per l’installazione delle porte scorrevoli raso muro va chiamato un tecnico specializzato, che dovrà montare il binario di scorrimento:

Occorre assicurarsi inoltre che l’acquisto della porta scorrevole garantisca anche l’assistenza nei mesi a venire, in quanto bisogna controllare di tanto in tanto il grado di usura dei pezzi metallici.

Le porte scorrevoli a scomparsa, invece richiedono lavori murari più complessi: occorre infatti abbattere sempre una parete o una porzione di parete (se si tratta di muri portanti bisogna verificare che questo sia possibile).

Se viene abbattuta solo una parte di parete, il controtelaio verrà poi rivestito nuovamente a intonaco; se la parete si abbatte interamente, il controtelaio sarà poi rifinito in cartongesso.

Le porte scorrevoli a scomparsa sono chiamate in questo modo perchè quando si aprono, l’anta rientra interamente nello spessore del muro, scomparendo appunto.

Il pannello mobile, fissato al telaio, è a sua volta inserito in un controtelaio, il quale è montato all’interno del muro.

Venite a scoprire la vasta gamma di porte da interno offerte Idea Outdoor: il nostro catalogo prevede un’ampia scelta per forma, dimensioni, rifiniture, materiali e prezzi.

Richiedete un preventivo gratuito e senza impegno

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.