Porte interne: scelta all’acquisto Seconda parte

Nell’articolo precedente abbiamo tratto i seguenti argomenti:

Scegliere le porte interne

Funzioni delle porte interne in una casa

Elementi delle porte interne

Tipi di porte interne.

Caratteristiche flessibili delle porte interne

Ora andiamo a concludere l’articolo trattando gli argomenti che seguono:

Misure da prendere per la scelta delle porte

Prima di scegliere e acquistare una porta da interno, è necessario avere in mente alcune misure.

Se la casa è in fase di costruzione o di ristrutturazione, le misure da rilevare dopo aver installato il controtelaio, (chiamando comunque un tecnico), sono:

larghezza del vano per la porta;

altezza, considerata dal livello del pavimento finito:

profondità, ossia lo spessore del muro, tenendo conto anche di eventuali rivestimenti:

Quando invece le porte sono da sostituire, ma non sono in corso lavori di ristrutturazione, solitamente si cambiano soltanto le ante:

A meno che non si decida di sostituire la vecchia porta a battente con una scorrevole, le misure da prendere sono:

larghezza del vano, escludendo in questo caso le dimensioni delle cornici:

altezza dal livello del pavimento;

spessore del muro:

Nel caso in cui si vogliano installare delle porte scorrevoli al posto di quelle a battente bisogna tener conto dell’esistenza o meno della possibilità di installare un’anta a scomparsa nel muro.

In questo caso la parete dove scomparirà l’anta, deve essere spessa almeno dieci cm e larga quanto la porta stessa.

Se invece si sceglie di installare una porta scorrevole non a scomparsa, lo spessore del muro sarà da misurare soltanto per quanto riguarda l’anta e non per l’installazione del controtelaio; occorrerà invece misurare la parete dove saranno installati i binari per lo scorrimento dell’anta, perché dovrà essere larga almeno quanto la porta.

Porte fuori misura e dimensioni standard

Le dimensioni standard di una porta da interno sono dagli 80 ai 100 cm in larghezza per 200 o 210 cm in altezza.

Durante i lavori di ristrutturazione di una casa, si può anche decidere di intervenire sulle porte fuori misura:

se sono previsti già lavori di muratura, conviene portare il vano della porta a dimensioni standard, piuttosto che far realizzare una porta su misura

si può richiedere all’azienda produttrice un prodotto personalizzato, con misure fuori standard; in questo modo però si aumenta dal 15 al 30% il prezzo finale della porta.

Materiali delle porte interne

I materiali delle porte interne si dividono in materiali per la struttura e materiali per i rivestimenti e le finiture.

Vediamoli dunque nel dettaglio.

Materiali per la struttura

Diversi possono essere i materiali per la struttura di porte interne. I più utilizzati sono generalmente legno e vetro, anche se non mancano modelli in metallo e plastica.

Legno: dal tipo di legno dipendono la qualità e la resistenza della porta.

Legno massello: che offre ottime garanzie di resistenza e durata.

Listellare: rifinito con lastre di compensato o di Mdf, materiale di buona qualità da utilizzare soprattutto in combinazione con il vetro

Tamburato: dove il telaio è in massello riempito all’interno con una struttura alveolare a nido d’ape; le superfici vengono poi sigillate con pannelli in Mdf o compensato; le ante tamburate hanno il vantaggio di essere resistente al carico e indeformabili nel tempo, assicurando inoltre leggerezza e risparmio

In ogni caso prima di acquistare è bene verificare che il legno sia stato sottoposto a un processo di essiccazione per eliminare l’umidità, infatti da questo processo dipende la resistenza del prodotto.

Vetro.

Se la porta è realizzata interamente in vetro o se contiene inserti in vetro a meno di cento cm da terra, questo deve essere:

temperato: che ha una esistenza cinque volte maggiore rispetto ad un vetro normale ed in caso di rottura si sbriciola in pezzi minuscoli che non tagliano

stratificato: composto da due lastre da tre mm di spessore ciascuna, incollate su una pellicola chiamata Pvb; questo tipo di vetro quando si rompe mantiene incollati i suoi frammenti.

Materiali per le finiture delle porte interne

Oltre a saper riconoscere i materiali utilizzati per la struttura, bisogna poi sincerarsi delle caratteristiche dei materiali usati per le finiture, che possono essere di vario genere con estetiche diverse.

Intanto occorre saper distinguere le varie essenze del legno, in modo da ottenere l’effetto desiderato:

Dal legno massiccio ai piallacci naturali a quelli di legno ricostruito, fino ai materiali che imitano il legno ma non lo sono, alcuni degli effetti che si possono avere sulle porte sono: noce, abete, pioppo, rovere (naturale o sbiancato) e wengè.

Bisogna tener presente che a seconda di come sono ottenute queste finiture (legno massiccio, listellare, piallacci, etc), il prezzo finale della porta cambia.

Un altro materiale utilizzato per le finiture è l’alluminio, reso da speciali trattamenti di ossidazione resistente ai graffi e alla corrosione, verniciato e protetto, risulta duttile e leggero; può essere utilizzato pressofuso o trafilato.

Tra i materiali che imitano il legno troviamo il laminato e il laminatino.

Il primo è a base di resine fenoliche o melanimiche, applicato appunto a pannelli di origine lignea, è resistente e igienico.

Il secondo è un materiale ad alta resistenza all’umidità, al calore, al fuoco, ai graffi e alle macchie, e riproduce sapientemente le venature del legno su carta laminata rivestita con materiali plastici che fungono da protezione.

Le finiture laccate sono molto diffuse, soprattutto in un arredamento di gusto moderno o contemporaneo:

Il trattamento che le contraddistingue è caratterizzato dall’applicazione di più strati di vernice opaca o brillante; tali finiture sono disponibili in diversissimi colori e rendono la porta impermeabile e molto facile da pulire (è sufficiente un panno con un detersivo neutro).

Ovviamente se abbiamo scelto una porta con struttura in vetro totale o parziale, questo caratterizzerà anche l’aspetto esteriore e la finitura della porta.

 

A breve completeremo l’argomento pubblicando un altro articolo dove tratteremo i seguenti punti:

Incisioni decorative

Scheda prodotto delle porte interne

Porte interne scorrevoli

Venite a scoprire la vasta gamma di porte da interno offerte Idea Outdoor: il nostro catalogo prevede un’ampia scelta per forma, dimensioni, rifiniture, materiali e prezzi.

Richiedete un preventivo gratuito e senza impegno

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.