Zanzariere: come scegliere il modello corretto

Quando si parla di zanzariere, scegliere il modello corretto rappresenta la discriminante principale per l’acquisto.

Il modello corretto di zanzariera per la nostra casa non è soltanto quello che, per qualità, è in grado di garantirci la performance che desideriamo.

Ma è anche quello che anche in termini di tecnologia e tipologia può offrire funzionalità, comodità e lunga durata nel tempo.

Esistono in commercio numerosissime tipologie di zanzariera, ciascuna caratterizzata da specifiche peculiarità tecniche.

È quindi opportuno conoscere i diversi modelli e le loro caratteristiche per scegliere il modello corretto per i nostri ambienti.

Scopriamoli insieme!

Zanzariere su misura.

Offrono l’enorme vantaggio di essere personalizzate in toto a seconda delle esigenze estetiche, dimensionali e tecnologiche del progetto.

Sono le più indicate soprattutto nel caso in cui porte e finestre siano di forme o dimensioni particolari, che sarebbero difficilmente gestibili con modelli “standard”.

Ovviamente, per ottenere il meglio dalle zanzariere su misura è sempre opportuno rivolgersi a un’azienda altamente specializzata.

Zanzariere elettriche.

Possono rappresentare la soluzione più efficace soprattutto per la gestione di ambienti esterni come balconi, patii e terrazze.

Si tratta di modelli caratterizzati da un’estrema comodità di utilizzo, ma che possono avere il limite di risultare inutilizzabili nel caso non sia presente corrente elettrica.

Zanzariere a rullo.

Sono ancora una delle soluzioni più apprezzate, tanto che questa tipologia è una delle più comuni e diffuse.

Tra i principali plus di questa soluzione va ricordato il meccanismo di apertura e chiusura, che si fonda sulla presenza di guide che permettono lo scorrimento della rete in modo molto agevole.

Le zanzariere a rullo sono il modello corretto soprattutto in presenza di porte e finestre di dimensioni contenute o particolari (fuori standard).

 

Zanzariere plissettate.

Sono conosciute anche con il nome di zanzariere plissé e la loro comodità nei luoghi di passaggio è ben nota.

La loro struttura a molla permette di regolare l’apertura dei pannelli a seconda delle esigenze, e lo scarso spessore del telaio in PVC garantisce il minimo ingombro a fronte di una buona resistenza.

Sono il modello corretto soprattutto in varchi di grande passaggio, o che debbano essere attraversati da mezzi particolari come carrozzine, carrelli, passeggini, perché ne evitano completamente l’inciampo.

Zanzariere magnetiche.

Sono il modello più economico in assoluto, spesso a discapito della qualità complessiva.

Si compongono di pannelli in poliestere che possono essere applicati con l’ausilio di fasce adesive, e sono utili soltanto su finestre dalle quali non sia necessario sporgersi.

Il loro funzionamento ideale, infatti, prevede che non vegano continuamente aperte e richiuse.

Zanzariere a battente.

Possono essere la soluzione più adeguata su portefinestre ad ampio passaggio, e hanno il vantaggio di poter essere declinate in versione a una o due ante, così da gestire anche luci molto ampie.

Le operazioni di apertura e chiusura di questo tipo di zanzariera sono comode e molto rapide, e il modello è efficace nel caso in cui vi siano animali domestici che, ad esempio, entrano ed escono continuamente dal giardino.

Le zanzariere a battente prevedono infatti l’integrazione con specifiche porticine per i pet.

Zanzariere a incasso.

Sono il modello corretto nel caso in cui vi sia l’esigenza di integrare la zanzariera direttamente nel blocco serramento, così da nasconderla completamente alla vista.

Di solito, vengono utilizzate per l’installazione su edifici storici, la cui estetica non può essere alterata da alcuna componente “estranea”.

Venite a scoprire la vasta gamma di zanzariere offerte Idea Outdoor: il nostro catalogo prevede un’ampia scelta per forma, dimensioni, rifiniture e prezzi.

Richiedete un preventivo gratuito e senza impegno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.