Fioriera: informazioni generali

Introduzione

Non tutti hanno la fortuna di vivere in campagna o di avere dei piccoli appezzamenti di terreno, anche se semplicemente attorno alla propria abitazione, né tantomeno tutti hanno a disposizione uno spazio sufficientemente grande da potere adibire a giardino.

È per questo che, per tutti coloro che amano la natura, ma non riescono a sacrificare la comodità di vivere in città.

Per tutti coloro che non hanno una casetta immersa nel verde, ma non riescono a rinunciare all’idea di circondarsi di fiori di ogni colore e di lasciarsi travolgere da innumerevoli fragranze.

Per tutti loro non resta altro che ricorrere alle fioriere. Particolari contenitori che permettono di sfruttare anche il più piccolo angolo del proprio balcone o della propria terrazza. Permettendosi così di  poter, in totale tranquillità e con poco impegno, “coltivare” la propria passione per piante e fiori.

Le fioriere rappresentano oggi, tra gli oggetti e gli accessori di arredo in commercio, forse quelli che meglio si prestano a sperimentazioni metriche e formali.

L’obiettivo che le case produttrici perseguono è quello di progettare quante più soluzioni di fioriere differenti sia nel genere che nella forma o nel design. Questo per poter venire incontro alle esigenze degli acquirenti per meglio soddisfare le loro molteplici e variegate esigenze.

In commercio potete trovare numerose tipologie di fioriere che ben si adattano a stili diversi di case, a balconi con ringhiere, piuttosto che con muretti, a terrazze o a piccoli giardini.

Va da sé poi che le fioriere ben si prestano non solo alla coltivazione di piante e fiori, ma ultimamente sono in molti ad utilizzarle per coltivare ortaggi e verdure di ogni tipo, in modo di attrezzarsi, anche in città di un piccolo orto da potere sfruttare all’occorrenza.

Le fioriere in legno

Le aziende produttrici, negli ultimi anni, si sono attrezzate a progettare fioriere che rispondono a qualunque esigenza adattandosi ad ogni soluzione architettonica e stilistica.

Per cui, le fioriere che oggi potete trovare in commercio spaziano da quelle più classiche o tradizionali, che sfruttano materiali come il legno o il ferro battuto, a quelle più moderne, costruite in cemento o in plastica.

Tra tutte, una delle prime forme di fioriera presenti in commercio, è quella in legno, già utilizzata in passato, anche se principalmente nelle zone di montagna.

La scelta di produrre fioriere in legno deriva principalmente dal fatto che il legno è più facile da lavorare e da plasmare. E’ quindi più adatto ad assumere forme differenti, oltre che ad essere semplice da trasportare.

Ma non solo.

Esistono anche delle esigenze di ordine pratico che hanno portato a costruire fioriere in legno: il particolare carattere traspirante e la sua resistenza alle variazioni climatiche, per citarne qualcuna.

È per questo motivo che la fioriera in legno risulta particolarmente indicata non solo per arredare balconi o terrazze, ma anche per ambienti interni.

Il legno, tendendo ad invecchiare, dona alla fioriera quel “profumo” di antico che riproduce il trascorrere del tempo e delle stagioni

 

Venite a scoprire la vasta gamma di fioriere in legno e resina offerta Idea Outdoor. Il nostro catalogo prevede un’ampia scelta per forma, dimensioni, rifiniture e prezzi.

Richiedete un preventivo gratuito e senza impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.